Il trullo salentino

Il trullo salentino ha la tipica forma a tronco di cono. Nel dialetto locale questo tipo di costruzione è conosciuta come furnieddhu, chipuru, pajaru o truddhu e nel tempo è servita unicamente come rifugio temporaneo e stagionale.

trullo salentino

Il modello architettonico del trullo salentino risale al periodo immediatamente successivo all’anno 1.000 d.C., è a pianta circolare, monocellulare, la base è rinforzata da un anello speciale, costruito appositamente per reggere il maggior carico della costruzione.

Queste abitazioni erano fatte con muri a secco (tramite l’utilizzo di pietre cercate e trovate in aperta campagna e senza alcun ausilio di materiale cementizio). Con questo metodo e con questa pietra si costruivano i trulli e ogni tipo di muro di cinta il trullo salentino.

La maestria nella costruzione del trullo salentino o pajara consisteva nella difficoltà rappresentata dalla chiusura della volta per la quale si ricorreva ad un impasto di fango e paglia. Da qui la caratteristica architettonica del trullo salentino: vi era sempre una scala esterna, addossata alla costruzione, il motivo della presenza di tale scala non era di carattere stilistico-architettonico, bensì pratico: la scala era fondamentale ai fini della riparazione del tetto, che rispetto al resto della costruzione era molto più fragile.

I massi utilizzati per la costruzione della scala non erano semplicemente appoggiati al muro della costruzione, ma costituivano parte integrante dello stesso.
In corrispondenza dei gradini erano appositamente cercati e utilizzati massi di dimensione maggiore, tali da permettere di costruire il muro e contemporaneamente, grazie alla sporgenza, il profilo della scala. Infatti all’epoca non era prevista la possibilità di lavorare o approntare le pietre in base alle esigenze ricorrendo agli strumenti di cui oggi invece disponiamo. In alcuni casi i trulli presentano due entrate: una era fatta per l’animale e l’altra per l’uomo, in ogni caso gli ingressi si trovano entrambi sullo stesso lato della costruzione.